By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ἀγάστροφος (Agàstrophos)
AGÀSTROFO
In Omero è un guerriero troiano, figlio di Peone, ucciso da Diomede con un colpo di lancia in una natica mentre combatte in prima fila a piedi, essendosi stoltamente allontanato dal cocchio e dal suo scudiero (Hom. Il. 11, 338-342; 368; Diomede viene colpito al piede da una freccia mentre cerca di togliergli la corazza, 11, 373; cfr. Scholia ad l., Eustath. 3.207.12 ad l., Etym. Gudianum, 235, 15 s. v. Ἠγαθέη, sui composti in ἀγα-).
Wathelet (Dictionnaire des Troyens n. 5, pp. 148-149) cerca un legame tra questo antroponimo e la vicenda bellica in cui è implicato, inutilmente.
Può significare "des sehr Wendige", cioè "molto agile nei movimenti" (von Kamptz, Homerische Personennamen § 22 a 1, p. 71), cfr. Epistrofo, "impetuoso nell'attacco"), dunque "che si rivolta con molto impeto contro il nemico", dal prefisso ἀγα-, attivo in molti composti, e il verbo στρέφω, "volgere", "girare, ruotare all'indietro".
Meno probabile (ma possibile) "colui che sa far girare il cocchio in modo eccellente".

Ingrid Leschiutta

Category Names of heroes
Homerica

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari