By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ἀντίφονος (Antíphonos)
ANTÍFONO
Figlio di Priamo, è menzionato una sola volta nei poemi omerici (Hom. Il. 24, 250) in una lista in cui compaiono anche altri otto suoi fratelli o fratellastri (come Agatone, Deifobo, Eleno o Paride; il re che piange la perdita dei figli uccisi in battaglia, e sgrida severamente i sopravvissuti poco prima di recarsi a incontrare Achille nel suo accampamento (Hom. Il. 24, 248-251).
Nome di formazione greca, da mettere in relazione con l'aggettivo ἀντιφόνος "che uccide in cambio", "vendicatore di un omicidio", con spostamento dell'accento.
Si tratta di un composto dalla preposizione ἀντι- e dal verbo φονεύω, a sua volta riconducibile a θείνω, molto produttivo, da una base *gwen-, "colpire", "abbattere" (Chantraine, DELG s. v.) riconoscibile anche nei numerosi composti greci in -φόντες, in diatesi attiva, "colui che uccide in cambio", "vendicatore".
Wathelet (Dictionnaire des Troyens n. 39, p. 299) lo mette in relazione con il piú frequente antroponimo omerico Antifo, a sua volta riconducibile ad Antifate (anch'esso da θείνω = "uccidere"), di cui sarebbe la forma o abbreviata, entrambi connessi alla semantica della morte per vendetta.
Ingrid Leschiutta

Category Names of heroes
Homerica

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari