By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Βρισεύς (Βρίσης) (Brisèus, Brises)
BRISEO (BRISE)
Figlio di Ardys, padre di Briseide, citato solo come tale nell'Iliade (Hom. Il. 1, 392; 9, 132 e 274); secondo altre fonti sarebbe stato re e forse sacerdote di Lirnesso, città della Misia, oppure di Pèdasos (in antico detta Moneía) sul fiume Satnioenta, e fratello di Crise (Schol. ad Hom. Il. 6, 34; Eustath. Comm. ad Il. 2, 284 ss.; 1, 184, che cita "antichi geografi").
In Omero si trova soltanto nella forma Βρισεύς, Briseo: poi, forse per analogia con il nome del sacerdote Χρύσης, compare anche la forma Βρίσης.
Etimologia non facile; potrebbe anche trattarsi di un nome non greco.
Von Kamptz (Homer. Personennamen § 56 b 2, p. 152) lo interpreta come etnico, come il femminile Βρισηΐς, ed evoca la localtà montuosa di Bresa o Brisa nell'isola di Lesbo (Steph. Byz. Ethn. 186, 20 Βρῖσα, ἄκρα Λέσβου), cosí come da Χρύση, città della Troade, sarebbe derivabile il nome di Χρύσης e di sua figlia Χρυσηΐς. I due nomi femminili risultano essere anche patronimici, rispettivamente per Ippodamia (Briseide) e Astinome (Criseide), cfr. Eustath. ad Il. 1, 184.
In questo caso le due accezioni si potrebbero sommare (patronimico da un nome maschile a sua volta derivato da un toponimo, che si estende come tale anche alle figlie).
Sembra da escudere una derivazione da βρίθω "carico" "appesantisco", ventilata da Carnoy (DEMGR s. v. Brisēis).
Ingrid Leschiutta

Category Names of heroes

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari