By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ἄρπι(ν)να (Arpi(n)na, Hàrpi(n)na)
ARPI(N)NA
1. Figlia del dio fluviale Asopo, unitasi con il dio Ares fu madre di Enomao re dell'Elide, il quale avrebbe dato il nome di lei alla città che poi si chiamerà Olimpia (Nicanor Metonomas. Fr. 8 = Steph. Biz. s. v. Ὀλυμπία); secondo Strab. 8, 3, 32 sarebbe stata invece una città situata vicino a Olimpia. Presso la città omonima della madre di Enomao scorreva un fiume detto Ἁρπινάτης, Pausan. 6, 21, 8.
2. Nome di una delle cavalle di Enomao (l'altra era Psylla); spesso scritto con spirito aspro, Hàrp- (Pherec. Fr. 37 a Fowler, Ἄρπ = Schol. in Apollon. Rh. 1, 752; = Fr. 185 Dolcetti; Lycophr. Alex. 166-167, Ἅρπ-). Alcuni distinguono il nome della madre di Enomao (con psilosi) dal nome della cavalla, con aspirazione e raddoppiamento.
Nome femminile in -ίνη, spesso con raddoppiamento della ν, fa pensare a un prestito dal sostrato pregreco; Chantraine, Formation p. 205. Forse collegabile con ἄρπιξ, "arbusto spinoso, rovo" (Hesych. s. v. cfr. Beekes Dict. Et. Gr.).
Nella variante senza psilosi (cioè con lo spirito aspro), e senza geminazione, si potrebbe collegare con ἁρπάζω, "rapire", e significherebbe "rapace", nome piú adatto a una cavalla che a una donna; cfr. Etym. Magnum 27, 10 s. v. Αἴγινα: "Harpina, nome di una cavalla, alcuni lo scrivono con due -ν". Cfr. Roscher ALGRM s. v. Harpina oder Harpinna.
Gli editori cercano di differenziare il nome della madre da quello della cavalla, nello stesso testimone (Fowler), forse ritenendo improbabile che Enomao avesse dato alla giumenta lo stesso nome della propria madre, ma sembra si tratti dello stesso (cfr. Ἅρπ- tràdito con spirito aspro per il nome della madre anche in Diod. Sic. Bibl. 4, 73, 1-2).
Ezio Pellizer

Category Kinds of animals
Theme Eponymism

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari