By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ἀρχεπτόλεμος (Arkheptòlemos)
ARCHEPTOLEMO
Figlio di Ifito, dopo la morte di Eniopeo, l'auriga di Ettore ucciso da Diomede, prende le redini del cocchio (Hom. Il. 8, 128-129). Viene poi ucciso da Teucro con un colpo di freccia al petto (Hom. Il. 8, 312-313).
Semplice composto a reggenza verbale, è formato dal verbo ἄρχω, che già in Omero oltre al significato di "cominciare" (Hom. Il. 4, 335 ἄρξειαν πτολέμοιο) ha anche quello di "comandare" (cfr. Archeloco), e dal sostantivo πτόλεμος (= πόλεμος, "guerra", "battaglia"); significa "colui che dà inizio al combattimento", o anche "colui che ha il comando in guerra".
In miceneo abbiamo un composto ẹ-ụ-ru-po-to-re-mo-jo, PY Fn 324.26, gen. di Eury-ptòlemos, cfr. anche Neoptòlemos.
Ingrid Leschiutta

Category Names of heroes

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari