By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ἀμαρυγκεύς (Amarynkèus)
AMARINCEO
Re degli Epei, è citato una sola volta in Hom. quando Nestore rimpiange il tempo in cui, giovane e forte, poté assistere ai giochi funebri che i figli del re celebrarono in suo onore (Hom. Il. 23, 629-631: si trova solo come patronimico di Diore, Il. 2, 622, cfr. Eustath. ad l.; 4, 517).
Secondo Pausania (5,1, 9, etc.) Amarinceo figlio del Tessalo Pittío, avrebbe aiutato Augia re dell'Elide nella guerra contro Eracle, godendo poi del suo potere regale.
Nome in -ευς, con suffisso -γκ-, probabilmente analogo al frequente -νθ- del tipo Ἀμάρυ-νθος, attestato in miceneo a Pilo (PY En 609.10) e come toponimo, con suffisso locativo, a Tebe (TH Of 25.2, a-ma-ru-to-de, García Ramón, Mycenaean Onomastics p. 239).
Forse riconducibile al verbo ἀμαρύσσω, "scintillare", "lampeggiare", probabilmente di sostrato pregreco (Beekes s. v.); il suo significato sarebbe allora "Colui che brilla", "Lo splendente".
Ingrid Leschiutta

Category Names of heroes
Homerica

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari