By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Δαναός (Danaòs)
DANAO
Discendente di , dunque di una delle piú antiche dinastie argoliche, figlio di Belo e nipote di Libia e Posidone, fratello gemello di Egitto, padre delle 50 Danaidi; con le figlie tornerà dall'Egitto ad Argo, dove una di esse, di nome Ipermestra, fonderà la discendenza degli Abantidi; Apollod. Bibl. 2, 1, 4-5; cfr. Aesch. Suppl. passim.
Sarebbe stato il primo a costruirsi una nave per fuggire dall'Egitto ad Argo con le 50 figlie, su consiglio di Atena (Apollod. Bibl. 2, 1, 4; Hygin. Fab. 168, 2).
Nei Frammenti di scuola esiodea D. avrebbe reso (grazie a sua figlia Amimone, si può supporre) ricca di acque la terra di Argo, che prima era arida, Fr. 128, 2 M.-W.
Si tratta in origine di un antico etnonimo pregreco, se è testimoniato in citazioni egizie della metà del II millennio, Tanaya (Beekes, Etym. Dict. of Greek s. v.; J. Bennet in Companion to Linear B vol. 2, pp. 159-160). Sembra anche certo il suo collegamento con l'ittito Da-na-na / Da-nu-na, cfr. Astour Hellenosemitica p. 51-52, Càssola La Ionia pp. 110-112. Dall'antico nome di questo popolo, i Danai, Δαναοί (che in Omero sarà utilizzato per identificare gli Achei in generale), deriva dunque il nome di Danao, e di conseguenza delle Danaidi, e dopo tre generazioni, quello di Danae figlia di Acrisio.
L'antroponimo miceneo da-na-jo, KN Db 1324. b viene giustamente letto Δαναῖος, nome di un pastore, forse da accostare all'aggettivo δηναιός, δαναιός (Aesch. Eum. 879) "vecchio, che ha vissuto a lungo", dall'avverbio δήν, "a lungo", in analogia con παλαιός; cfr. Civitillo, Atti Acc. Linc. 14, 2001, p. 57; Aura Jorro s. v.
Poco probabile la spiegazione dell'Etymol. Magn. 247.50, Δαναοὶ γὰρ οἱ νεκροὶ, τουτέστι ξηροί. Δανὰ γὰρ τὰ ξηρά.
Kanavou - Pellizer

Category Names of heroes
Theme Foundation
Images

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari