By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Κρότος (Kròtos)
CROTO
Personaggio con zampe di cavallo e coda, simile ai Satiri o ai Sileni, figlio di Eufeme, la nutrice delle Muse, e di Pan.
Cresciuto sul monte Elicona, cacciando con il suo arco procurava il nutrimento a sé e alle sorelle di latte, per cui fu trasformato per intercessione delle stesse Muse nella costellazione del Sagittario. Frequentandole ed ascoltandole cantare, aveva inventato l'uso di manifestare ammirazione battendo le mani, per cui divenne l'heuretès dell'applauso; (Ps.-) Eratosth. Cataster. 28; Hygin. Astron. 2, 27 (che citano Sositeo, un tragico del sec. III a.e.v.); Hygin. Fab. 224. Si legge il suo nome scritto su vasi greci, tra i Satiri e i Sileni del thiasos dionisiaco.
Personificazione onomatopeica dell'applauso, κρότος, "battimento, percussione", non solo delle mani, ma anche dei piedi nella danza, o degli zoccoli dei cavalli al galoppo. Si può mettere in relazione con il germ. (anglosax.) hrindan, hrad, "battere, colpire" (Chantraine, DELG sub voce, contra Beekes, Etym. Dict. Greek), ma sembra essere semplicemente una formazione espressiva di tipo onomatopeico.
Ezio Pellizer

Category Names of heroes
Theme Eponymism

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari