By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Πόλυβος (Pòlybos)
POLIBO
Nome molto comune in greco, portato da diversi personaggi, fra i quali:
1. un personaggio di Argo che fondò la città di Platea in Beozia, seguendo una vacca, e chiamò Boukeraís una fontana sgorgata sul posto dopo che questa ebbe colpito il terreno con un corno (Etymol. Magn., 207.42-50 s. v. Βουκεραΐς, Etym. Gen.);
2. il re di Corinto che allevò Edipo bambino (Apollod. Bibl. 3. 5, 7);
3. il re di Sicione, figlio di Ermes e Ctonofile e nipote di Sicione, l'eponimo della città (Pausan. 2, 6, 6), padre di Lisianassa.
Molti sono i P. nei poemi omerici: è il nome di un eroe troiano, figlio di Antenore;
del re di Tebe in Egitto che accolse Elena e Menelao (Hom. Od. 4, 124 ss.);
di uno dei Feaci, dei pochi che non portano nomi ispirati alle navi e alla marineria, Hom. Od. 8, 373;
del padre di Eurimaco, uno dei Pretendenti di Penelope (Hom. Od. 1, 399; etc., verso formulare) e anche:
di uno di essi, che viene ucciso dal porcaro Eumeo con un colpo di lancia, Hom. Od. 22, 243; 22, 284.
Un altro P. è ucciso da Neottolemo in Quint. Smyrn. Posthom. 8, 86.
Forma abbreviata (ipocoristica) per *Πολύβους (Mühlestein, Homerische Namenstudien, p. 100); cfr. l'aggettivo possessivo πολυβούτης, Wathelet, Dict. des Troyens, p. 892; è un semplice composto di πολύς, "molto" e di βούς, "bue" e significa "ricco di buoi", cfr. Alfesibea, Peribea.
Esiste un femminile Polibea.
Ezio Pellizer

Category Names of heroes
Homerica
Theme Foundation

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari