By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ἰλιόνη* (Iliòne)
ILIONE*
Non testimoniata in fonti greche, (dove ci si aspetterebbe un -ώνη) fu argomento di una tragedia latina di Pacuvio, l'Iliona. È nominata da Verg. Aen. 1, 653-654, Iliŏne, e Serv. ad loc., come la figlia maggiore di Priamo ed Ecuba, sposata al re tracio Polim(n)estore; volendolo aiutare a uccidere Polidoro 3., fece invece uccidere il piccolo Deipilo 3., figlio suo e del re, tanto che poi cavò gli occhi al marito e lo uccise (Hygin. Fab. 109 e 240). Sembra che nella tragedia di Pacuvio, rappresentata anche al tempo di Cicerone e Orazio, apparisse lo spettro di Deipilo (var. lect. Deipiro, Deiphilo) a invocare sua madre, in una scena molto patetica.
Si tratta semplicemente di un aggettivo latino ricavato dal toponimo Ilium, cfr. il maschile Ilioneo.
Ezio Pellizer

Category Female names

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari