By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ἀδράστεια (Adràstaeia)
ADRASTEIA
Nome di una delle Ninfe Melie, che custodí con la sorella Ida Zeus bambino nell'antro Ditteo a Creta (Callim., Hymn. Jov. 3, 45-47); era figlia di Melisseo 1. e sorella o compagna dei Cureti (cfr. Apollod. Bibl. 1, 1, 6, 5).
Si trova anche in forma di aggettivo, come epiteto di Nemesi, o come divinità del destino, Aristot. de Mundo 401 B, con Ananke, Aisa, Eimarmene, etc.
In Hygin. Fab. 182, compare la forma latina Adraste, e sarebbe una delle Iadi, ninfe e stelle che portano la pioggia.
In Hom. Od. 4, 123 un'ancella di Elena si chiama Ἀδρήστη, e una figlia di Adrasto, chiamata Egialea, moglie di Diomede, ha un patronimico Ἀδρηστίνη, Il. 5, 412.
Nella Troade esisteva una città e una pianura Adràsteia (citata già in Hom.Il. 2, 828-829) tra Pario e Priapo (Lampsaco), cfr. Steph. Byz. s. v., dove un re Adrasto avrebbe eretto un santuario di Nemesi, o che prenderebbe il nome da un'altra ninfa Adrasteia figlia di Melisseo, collegata con il monte Ida della Troade, non con quello di Creta; cfr. Steph. Byz. s. v., notizie che appaiono confuse e poco attendibili.
Questo idionimo viene interpretato di solito come composto da - privativo e dal verbo δι-δράσκω, "fuggire", (Chantraine, DELG, s. v. διδράσκω) con valore passivo "colei alla quale non si può fuggire", cfr. Adrasto; Aristot. loc. cit., ἀναπόδραστον αἰτίαν οὖσαν, "causa alla quale non si può sfuggire"; ma potrebbe essere un'etimologia popolare per un nome non greco.
Von Kamptz, Homer. Personennamen, § 27 a, p. 82, sembra prendere in considerazione, come nome di schiavo/va, il senso attivo, "colui (o colei) che non fugge, non fuggitivo", cfr. Herodot. 4, 142.
Ezio Pellizer

Category Female names
Theme Eponymism

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari