By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ἀριμασποί (Arimaspòi)
ARIMASPI
Popolo favoloso della Scizia, situato presso gli Issedoni e i Grifoni custodi dell'oro; Herodot. 3, 116; 4, 13 e 27, che cita da un antico poema Arimàspeia di Aristea di Proconneso (sec. VII a. C , Fr. 2; cfr. Frr. 7, 8, 9 Bernabé) a loro dedicato (3, 113, etc.). Come i Ciclopi, avrebbero avuto un occhio solo.
Altre tradizioni li collocano insieme ai Gripi (Grifoni) in Etiopia, Schol. ad Aesch. Prom. V. 801, che sembra fraintendere il testo eschileo.
Una rara "etimologia" si trova in Herodot. 4, 47, il quale dice esplicitamente che in lingua scita (σκυθιστί) ἄριμα significa "uno", e σποῦ significa "occhio", dunque il nome significherebbe "che hanno un occhio solo" in una lingua straniera. Altre simili interpretazioni nello Schol. ad Aesch. Prom. V. 805, che preferisce spiegare: ἐκεῖνοι γὰρ λέγουσι τὸ ἀρὶ ἕν͵ καὶ τὸ μασπὸν ὀφθαλμόν, "gli Sciti dicono arí "uno", e maspòn "occhio"; sarebbero cosí chiamati, "popolo con un occhio solo", semplicemente perché nel prendere la mira con l'arco chiudono un occhio.

Ezio Pellizer


Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari