By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ἀρά (Arà)
ARA
Figlia bambina di Atamante, diede il nome alla città di Teos, chiamata perciò Atamantís da Anacr., Fr. 118 (462 PMG), 142 Gentili; varia lectio in Pherec. Fr. 102 Fowler, Ἀρέα, Ἀρεία.
Mentre suo padre cercava sulla costa ionica, presso l'odierna Izmir, il posto migliore per farvi stabilire il popolo, la bambina avrebbe per gioco costruito una casa con delle pietre, dicendo: "finché (mentre, ἕως) tu esplori il luogo, intanto (τέως) io ti ho costruito una città!"; Steph. Byz. s. v. Τέως.
Il nome ἀρ(Ϝ)ά, significa generalmente "preghiera, invocazione", anche nel senso di "imprecazione, maledizione" (personificato e a volte sovrapposto a quello delle Erinni, Aesch. Eum. 417, Sept. 70, 954), nome singolare per una bambina, potrebbe trattarsi di un autoschediasmo, un'invenzione a partire da ἀράομαι, "prego, invoco", dunque "colei che enuncia un augurio, una profezia".
La variante Areia vorrebbe dire invece "discendente di Ares".
Ezio Pellizer

Category Female names
Theme Foundation

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari