By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ζεύς (Zeus)
ZEUS
Antico nome del cielo, del dio del cielo, del giorno. Figlio di Crono e Rea, "padre degli dèi e degli uomini".
Si conserva specialmente in antico indiano, greco, italico ed anche in ittita. Le forme, riportate da Frisk (Gr. Et. Wört.), sono: Ζεύς = aind. dyáuh, Ζῆν = aind. dyam, lat. diem; Δι-ός (miceneo di-wo), -εί (miceneo di-we), -ί, Δία si accordano all'antico indiano diváh, divé, diví, dívam. Forme nuove per il greco sono Ζῆν-α con Ζην-ός, -ί. Benveniste (Origines, pp. 59-60) spiega che l'insieme delle forme dipende da una radice *dei- (sanscrito di-, "brillare"). La radice con un suffisso *-w costituisce un tema *déiw-, il cui derivato tematico è *deiwó- (sanscrito devá-, latino deus, ecc.). Dal punto di vista della flessione questo termine mostrava un'alternanza *déiw, gen.-abl. *diw-é/os; da questo genitivo-ablativo e dalle forme conseguenti derivano Δι(Ϝ)-ός, Δι(Ϝ)-ί, Δι(Ϝ)-εί. A fianco di *deiw- si pone un derivato *dy-eu, *dy-ēu- con allungamento del dittongo Ζεύς, di Ζῆν e delle forme sanscrite corrispondenti. Carnoy (DEMGR) aggiunge che presso i germani Tiu > Ziu è diventato il dio della guerra, come si nota nell'inglese Tues-day, traduzione di Martis-dies, it. martedì­.

Pellizer - Zufferli
Category Names of gods
Homerica
Theme Catasterism

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari