By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Διώρης (Diòres)
DIORE
1. Figlio di Amarinceo, è uno dei 4 comandanti del contingente epeo venuto a Troia dall'Elide (Hom. Il. 2, 622). In Il. 4, 517-526 viene colpito alla testa con una pietra e poi sventrato con la lancia da Piroo, capo dei Traci.
2. Padre di Automedonte, l'auriga di Achille; Hom. Il. 17, 429, 474.
3. Un Diore troiano compare in Verg. Aen. 5, 297, 324, 339 etc.
Composto dal tema del genitivo ΔιϜ-ός, di Zeus, l'allungamento viene da ΔιϜο-Ϝήρης, Von Kamptz, Hom. Personennamen § 66 p. 189. La seconda parte si spiega non da διὰ e ὁράω (come vorrebbe Etym. Magn. s. v.), ma dal neutro (Ϝ)ἦρα, da una radice *wer- cfr. lat. verus (Chantraine, DELG s. v. ἐριήρης; e-ri-we-ro, PY Vn 130), cfr. anche Periere. Potrebbe significare allora "che ha onore, grazia (o aiuto), da Zeus". Hesych. η 713, ἦρα· … χάριν, βοήθειαν, ἐπικουρίαν.
Ezio Pellizer

Category Names of heroes
Homerica

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari