By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ἀμάρυνθος (Amàrynthos)
AMARINTO
1. Eponimo (forse re, Etym. Magnum s. v., o cacciatore, Steph. Byz. s. v., lo dice kynēgòs) dell'omonima località sulla costa dell'isola Eubea, dove sorgeva un santuario di Artemide Amarinthía; Strab. 10, 1, 10; è dubbio se possa essere identificato con il padre di un Narcissus di Eretria, cfr. Ps. Prob. ad Verg. Ecl. 2, 48.
2. Uno dei cani di Atteone; Apollod. Bibl. 3, 32, 6.
Gli antichi tentarono goffamente di interpretare il toponimo come derivato da - privativo e μαραίνω, "marcisco, mi corrompo" (Etym. Magnum, Etym. Genuinum), "luogo dove non si marcisce", per la ricchezza di vegetazione.
Si tratta evidentemente di un termine di sostrato, come dimostra il suffisso -νθος, già presente come toponimo nel greco protostorico di Tebe micenea, a-ma-ru-to TH Wu 58, a-ma-ru-to-de TH Of 25, e altrove; oggi esiste un toponimo Amarussi, Maroussi.
Sembra accostabile a un altro idionimo, Amarinceo, con analogo suffisso pregreco, -γκ-εύς; l'accostamento ad ἀμαρύσσω, "risplendo", rimane improbabile.

Ezio Pellizer

Category Names of heroes
Theme Eponymism

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari