By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Χάρυβδις (Chàrybdis)
CARIDDI
Figlia della Terra e di Poseidone, mostro informe, sorta di gorgo marino che ingoiava tutto ciò che passava per lo stretto di Messina (Hom. Od. 12, 73 ss.; 104 ss.; 234 ss.; 430 ss.).
Si tratta di un nome di difficile interpretazione, tanto che Chantraine (DELG) ritiene che sia senza etimologia.
Stoll (in Roscher, Myth. Lex. I col. 888) lo interpretava come "gola e abisso che gira vorticosamente", ricollegandolo a χαράδρα, "burrone roccioso, letto di torrente".
Carnoy (DEMGR) ipotizza in modo poco plausibile che si tratti di un nome pelasgico derivante da *kar, "duro", con riferimento allo scoglio su cui si trovava.
Carla Zufferli

Homerica

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari