By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Σάτυρος (Sàtyros)
SATIRO
Essere mitico che appartiene al seguito di Dioniso e che presenta l'aspetto di un capro.
L'etimologia non è sicura, ma si possono fare alcune ipotesi.
1) Per σα- si può presupporre un *σν-, forma debole di un sostantivo derivato dalla radice τυ-, "gonfiare, essere turgido", *tṷen-, nom. sing. *tṷṇ *s-ṇ, a. La parte finale del nome sarebbe rapportabile a τύλος, "callosità, pene", quindi σα-τυρος sarebbe stato originariamente traducibile con cui membrum turget. Questa ipotesi è sostenuta da F. Solmsen ("Indog. Forsch." 30, 1912, pp. 36 ss.) e da Carnoy (DEMGR).
2) Derivazione dall'indoeuropeo *se-, "seminare", quindi σάτυρος significherebbe "il seminatore" e sarebbe identificabile con il latino sator, come afferma K. Kerényi ("Stud. Mat. St. Rel." 9, 1933, pp. 151 ss.); questi ipotizza anche una derivazione dall'indoeuropeo *sa-, "appagare" (cfr. greco ἄδην e ἆσαι), quindi "colui che è pieno", identificabile col latino satur.
3) Derivazione dall'indoeuropeo *ghaido-, "caprone, capra", latino haedus, sostenuta da W. Merlingen (Das "Vorgriechische" und die sprachwissenschaftlich- vorhistorischen Grundlagen, p. 19).
Carla Zufferli

Images

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari