By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ἑστία (Hestía)
ESTIA
Figlia di Crono e di Rea, sorella di Zeus, è la dea del focolare (Hesiod. Theog. 454).
Il nome significa "fuoco della casa, focolare"; si tratta di un derivato di *ἐστο- o *ἐστα- e per quanto riguarda l'etimologia secondo Chantraine (DELG) bisogna capire se ci fosse o meno un Ϝ iniziale. Esso si trova in una glossa di Esichio: γιστία: ἐσχάρη e nell'antroponimo arcadico Ϝιστίας (IGV 2, 271), mentre manca in iscrizioni dialettali in cui ce lo si aspetterebbe. Si può ipotizzare che forse la sparizione del Ϝ sia dovuta all'analogia con ἐσχάρα o con ἵστημι. Secondo Chantraine, però, l'analogia con ἵστημι riscontrata da Buck ("Indog. Forsch." 25, 1909, p. 259) non è dimostrabile. Si può fare un confronto col latino Vesta (Ernout-Meillet, DELL), dalla radice * u-es-, "bruciare" (cfr. anche Dumézil, La religion romaine archaique, p. 329).

Boisacq (Dict. étym. l. gr., p. 290) ipotizza un confronto con ἕζομαι, radice * sed.

Pellizer - Zufferli

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari