By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Σιβύλλη (Sibylle)
SIBILLA
Nome di una profetessa di Apollo che si trovava in Asia Minore e più tardi in Occidente, a Cuma.
Chantraine (DELG) e Frisk (Gr. Et. Wört.) ritengono inesplicabile l'etimologia; alcune ipotesi sono invece fatte da Carnoy (DEMGR):
1) Potrebbe essere un nome di origine orientale col significato di "presa dal dio" (Gruppe, Griech. Myth., p. 927). Forse è forma anatolica da keibh, "essere agitato", con allusione alle trances della Sibilla, cfr. sanscrito śibhra, "esuberante" o sueip, "dondolarsi". -ulla sarebbe un suffisso diminutivo.
2) Ritiene non impossibile una derivazione dalla radice di σοφός, ammettendo una metatesi vocalica simile a quella prodottasi in σιβύνη, "gioco di dadi", che deriva da συβίνη (J. B. Hofmann, Et. Wört. Gr., p. 311). Una semplice dissimilazione di vocali avrebbe potuto cambiare *συβ-υλλα in σιβ-υλλα (radice συαπ- > συπ- ).
Varrone (in Lattanzio Inst. I 6) fa derivare la prima parte del nome dall'eolico (?) σιός (θεός) e la seconda dall'eolico βύλη (βουλή), significando quindi "consiglio del dio".

Carla Zufferli

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari