By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Φόρκυς (Phorkys)
FORCI
Antica divinità marina, figlio di Gaia e Ponto e padre delle tre Graie, che da lui prendono anche il nome di Forcidi (Hesiod. Theog. 270; 333 ss.); dall'Acaia si sarebbe stabilito a Cefallenia, e avrebbe dato il suo nome a un porto di Itaca; cfr. Herodorus Fr. 65 Fowler (= Schol. ad Hom. Od. 13, 96).
2. Un Forci compare nell'Iliade, capo frigio figlio di Fenope, 2, 862; ucciso da Aiace Telamonio, 17, 312-315.
3. Nell'epica tarda, è un guerriero venuto da Salamina con il fratello Mòsynos; sono uccisi entrambi da Paride a colpi di freccia; cfr. Quint. Smyrn. Posthom. 6, 631-633.
Il nome deriva da un raro φορκός, che Hesych. s. v. spiega come "bianco, canuto, rugoso" e significa dunque "il canuto, il vecchio": si tratta infatti di un Vecchio del mare (Chantraine, DELG, s. v. φορκός).
Höfer (in Roscher, Myth. Lex. III coll. 2431 ss.), oltre all'ipotesi precedente, riportava quella che accosta la glossa di Hesych. φόρκες a χάρακες, lat. furcae, "palizzate", proponendo il senso di "dio degli scogli"; a conferma di ciò sarebbe il fatto che le Simplegadi sono state chiamate Φόρκου πύλαι; anche Carnoy (DEMGR) appoggia questa ipotesi, ma sembra piú probabile la prima.
Wathelet (Dictionnaire des Troyens de l'Iliade, p. 1052) ritiene che si tratti di un nome estraneo al greco, probabilmente preellenico.
Pellizer - Zufferli

Category Names of gods
Homerica

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari