By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ἰάμβη (Iàmbe)
IAMBE
Figlia di Pan e della ninfa Eco, che accolse Demetra ad Eleusi e la fece ridere con beffe oscene (Hymn. Hom. 1, in Dem. 195 ss.).
Questo nome è ricollegabile a ἴαμβος, "giambo" e con buona probabilità si tratta di un prestito (Chantraine, DELG, s. v. ἴαμβος).
Vi sono altre ipotesi: secondo Carnoy (DEMGR) indicherebbe un "ritmo a due gradi" essendo un composto dell'indoeuropeo * ui-, "due" e di ἄμβη, "grado" (in realtà tale termine significa "bordo, protuberanza").

Weizsäcker (in Roscher, Myth. Lex. II col. 13) proponeva invece una derivazione dal verbo ἰάπτω, "lanciare, scagliare".

Carla Zufferli

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari