By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Λάβδακος (Làbdakos)
LABDACO
Re di Tebe, figlio di Polidoro, nipote di Cadmo e padre di Laio, capostipite dei Labdacidi (Soph. Antig. 594; Eurip. Phoen. 8). Fece guerra agli ateniesi al tempo di Pandione (Apollod. Bibl. 3, 14, 7).
Questo nome, secondo Chantraine (DELG, s. v. λάβδα), si spiegherebbe come un derivato di λάβδα, undicesima lettera dell'alfabeto greco; forse ciò è collegato al fatto che Labdaco era zoppo e richiamava cosí la forma di tale lettera, ma ciò si adatta male a una situazione di epoca arcaica.
Carnoy (DEMGR) ritiene invece, in maniera meno convincente, che, siccome questo personaggio fu dilaniato dalle Baccanti (ma l'unica fonte è Apollod. Bibl. 3, 5, 5, che dice solo "perí perché la pensava in modo simile a Penteo") il nome derivi dalla radice indoeuropea *lep, "scorticare, straziare" da cui in greco λέπω, "spellare, scorticare".

Pellizer - Zufferli

Category Names of heroes

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari