By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Λίνος (Linos)
LINO
Leggendario musico e poeta, figlio di Apollo e della vergine Psamate figlia del re di Argo Crotopo, che lo fece esporre alla nascita, tanto che fu divorato dai cani (Pausan. 1, 43, 7; Conon, Narr. 19);
un altro Lino tebano, era figlio di Anfimaro e di una Musa (Urania), e fu ucciso da Apollo perché aveva voluto rivaleggiare con lui (Pausan. 9, 29).
Vi sono altre varianti su personaggi con questo nome.
A proposito di questo nome, Greve (in Roscher, Myth. Lex. II, col. 2062) riporta le ipotesi fatte già dagli antichi, che vedevano in αἴλινος una parola straniera; lo scolio ad Eurip. Orest. 1395 dice: "εἰώθασιν οἱ βάρβαροι τὸν αἴλινον ἐν ἀρχῇ θρήνου λέγειν". Greve ritiene anche certo che questo musico sia la personificazione del lamento semitico ai lanu (lenu) = "poveri noi".
Zenodoto (Schol. ad Hom. Il. 18, 570) ritiene che λίνος si riferisca allo strumento a corde che accompagnava il compianto e che doveva essere fatto di fili di lino (λίνον).
Secondo Chantraine (DELG, s. v. λίνος) l'ipotesi piú probabile è che il nome del cantore sia in stretta correlazione con λίνος, nome di un canto diffuso in Fenicia e a Cipro, e che si tratti dunque di un prestito orientale.

Pellizer - Zufferli
Theme Eponymism - Infancy

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari