By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Λητώ (Letò)
LATONA
Figlia di Ceo e di Febe, madre di Apollo ed Artemide (Hesiod. Theog. 404 ss.).
Chantraine (DELG) ritiene che si tratti di una dea madre che può venire dall'Asia Minore e quindi che il suo nome possa essere ricollegato al nome licio della donna, della signora, lada, a cui si ricollegherebbe anche Leda; anche Carnoy (DEMGR) e Room (Room's Classical Dictionary, p. 184) sostengono questa ipotesi.
Boisacq (Dict. et. l. gr., s. v. λανθάνω), ricollega tale nome al verbo λανθάνω, "stare nascosto, rimanere ignoto", poiché ritiene che si tratti di una dea della notte, che avrebbe generato due dèi associati con la luna ed il sole. Anche Osthoff ("Indog. Forsch." 5, 1895, pp. 306 ss.) evoca tale verbo, assieme al latino lateo (cfr. Ernout-Meillet, DELL s. v.).

Zufferli
Homerica

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari