By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Χλῶρις (Chlòris)
CLORIDE
Nome di diversi personaggi, tra cui:
1) la madre dell'indovino Mopso (Hygin. Fab. 14, 5; schol. ad Apoll. Rhod. Argon. 1, 65);
2) la figlia di Tiresia e di Xanthe, sorella di Famenone, Ferecide e Manto (schol. vet. ad Eurip. 834) ;
3) la figlia di Anfione e di Niobe, sposa di Neleo da cui genera Pero e dodici maschi, tra cui Nestore e Periclimeno (Hom. Od. 11, 281-283; Apollod. Bibl. 1, 9, 9; 3, 5, 6 ; Hygin. Fab. 10-11). È l'unica sopravvissuta, con un fratello (di nome Anfione o Amicla), alla strage della prole di Niobe perpetrata da Artemide e Apollo (Apollod. Bibl. 3, 5, 6 ; Pausan. 2, 21, 9).

Già Pausania (2, 21, 9 ; 5, 16, 4) spiegava l'eziologia di questo nome: in origine Cloride, figlia di Niobe, si chiamava Melibea, e, terrorizzata alla vista dei fratelli trucidati, impallidí al punto di assumere il soprannome di Cloride (da χλορός, "verde", "pallido"). Significa, dunque, "la verde" o "la pallida".
Χλῶρις, inoltre, stando ad Eliano (Nat. Anim. 4, 47) è il nome della femmina di un uccello, il cui maschio è detto Χλῶριος, che è solito ricavare il proprio nido dal sinfito, σύμφυτον, una radice piuttosto rara.

Francesca Marzari

Category Female names
Homerica

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari