By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ἴκαρος (Ìkaros)
ICARO
Figlio di Dedalo, per fuggire con lui dal labirinto di Cnosso, dove erano stati rinchiusi da Minosse, indossò un paio d'ali di cera fabbricate dal padre; ma essendosi avvicinato troppo al sole che le fece sciogliere, cadde nel mare che da lui prese il nome (Apollod. Epit. 1, 12-13; Ovid., Metam. 8, 183 ss.).
Eracle, trovato il suo cadavere, lo seppellí nell'isola Doliche, che da lui fu chiamata Icaria (Apollod. Bibl. 2, 6, 3).
È stato proposto (da Heeg*, REPW s. v. vol. IX, col. 978) un originario Ἔκκαρος, non riconducibile al greco, forse con digamma (W. Beck, in Snell, Lex. fr. Ep. col. 1183), Ϝέκκαρος.
La spiegazione di Carnoy (DEMG), che richiama una radice *eik-, "oscillare", cfr. germ. Wiege "culla", con riferimento al volo di questo personaggio, appare insostenibile.
Benincampi - Marzari

Category Names of heroes
Theme Eponymism
Images

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari