By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Μέντωρ (Mentor)
MENTORE
Figlio di Alcimo, abitante di Itaca; amico fedele di Odisseo, che gli affidò la custodia del giovane Telemaco (Hom. Od. 2, 225 ss.; 3, 240 ss., etc.), per cui divenne sinonimo di "custode, aio" per antonomasia.
Il nome, presente nel miceneo me-to-re (KN Da 5295.B; PY Na 924.B), deriva da μένος, "spirito, animo, passione" col suffisso -τωρ tipico dei nomi propri maschili ed indicante il portatore dell'azione (nomina agentis) (Chantraine, DELG).
Carnoy (DEMGR) lo traduce con "colui che pensa".
Anche von Kamptz (Homerische Personennamen, p. 255) fa derivare il nome dalla radice di μένος, che però significa anche "forza".
Mühlestein (Homerische Namenstudien, p. 98), invece, lo interpreta come un composto del verbo μένω, nel senso di "restare, rimanere" e lo traduce con "colui che resta", perché rimase ad Itaca a curare gli interessi di Odisseo; ipotesi poco convincente.
Marzari - Zufferli

Category Names of heroes
Homerica

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari