By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ναύπλιος (Nàuplios)
NAUPLIO
Nome di due personaggi, talvolta confusi fra di loro (o di uno solo che sarebbe stato molto longevo).
1. L'uno figlio di Posidone e di Amimone (figlia di Danao), eponimo della città di Nauplion, ancora oggi esistente; sarebbe antenato del
2. secondo, che partecipò alla spedizione degli Argonauti (ma Apoll. Rhod. Argon.1, 133-138; 2, 896 lo considera esplicitamente figlio di Amimone e Posidone, dunque da indentificare col primo); sposata Climene, fu il padre di Palamede, di Eace e di Nausimedonte.
Si tratta di un composto di ναῦς, "nave", da un *nāu-s con -ā lunga ampiamente presente in tutta l'area i. e., e del verbo πλέω, "navigare" e significa quindi "colui che naviga, il marinaio": infatti fu uno dei piloti della nave Argo.
Era forse presente, almeno come toponimo, già in miceneo: na-u-pi-ri-jo-i (KN Fh 5432), interpretabile come Ναύπλιος, "di Nauplia"; si può supporre dunque che anche l'antroponimo risalga all'età micenea.


Pell.-Zuff.
Category Names of heroes
Theme Eponymism

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari