By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Ναυσικάα (Nausicàa)
NAUSICAA
Giovane figlia del re dei Feaci Alcinoo, e di Arete, accoglie Odisseo naufrago e lo accompagna a Scheria (Hom. Od. 6 passim; 8 passim).
Il nome è un composto di ναῦς, "nave"; il secondo termine è difficile da spiegare. Secondo Wörner (Roscher, Myth. Lex. III coll. 35-36), Chantraine (DELG, s. v. ναῦς) e von Kamptz (Homerische Personennamen, p. 112) potrebbe essere una forma non contratta che avrebbe dovuto dare *Ναυσι-κᾶ: si tratterebbe allora di un ipocoristico di un possibile *Ναυσι-κάστη, "celebrata per le navi", derivante dalla radice indoeuropea *kms (latino censeo), "distinguersi, riconoscersi", cfr. da ultimo B. Mader in Snell, Lex. fr. Ep. In proposito, si confrontino i nomi Κάστωρ e Καστιάνειρα, collegati col verbo κέκασμαι, "eccellere, brillare". Anche Heubeck (Beitr. Namenf. 8, 1957, pp. 276-277) è della medesima opinione.
In disaccordo è Carnoy (DEMGR), secondo il quale la seconda parte di questo nome deriverebbe dal verbo κοέω, "fare attenzione" e il nome significherebbe "colei che si occupa delle navi".
Può essere utile il confronto con l'antroponimo maschile miceneo na-u-si-ke-re[-we (KN Xd 214), interpretabile come Ναυσικλῆς (composto di κλέος e ναῦς), dal significato quasi coincidente.
Pellizer - Zufferli

Category Female names
Homerica

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari