By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Νεοπτόλεμος (Neoptòlemos)
NEOTTOLEMO
Figlio di Achille e di Deidamia, generato quando il giovanissimo figlio di Teti era nasconto tra le figlie di Licomede; detto anche Pirro, "il rosso".
Sacrificò la vergine Polissena sulla tomba di Achille, e quando Troia fu conquistata trucidò il vecchio re Priamo. Ha una parte di rilievo nelle tradizioni epiche "postomeriche" e nella tragedia attica. Fu ucciso e sepolto a Delfi, dove si era recato per consultare l'oracolo a causa della sterilità della moglie Ermione, figlia di Elena e Menelao.
Il nome è un composto di νέος, "giovane, recente" e di π(τ)όλεμος, "guerra"; significa dunque "il giovane guerriero" o meglio "colui per il quale la guerra è ancora nuova" (von Kamptz, Homerische Personennamen, p. 85).
Già Pausania (10, 26, 4) riportava l'ipotesi che il suo nome significasse "giovane guerriero" perché suo padre, cioè Achille, era ancora giovane quando andò in guerra per la prima volta (ὅτι Ἀχιλλεὺς ἡλικίᾳ ἕτι νέος πολεμεῖν ἤρξατο). Si tratta quindi di un epiteto del padre, del tipo descritto in M. Sulzberger, "Revue des Études Grecs" 39, 1926, pp. 384-447.
Pellizer - Zufferli

Category Names of heroes
Homerica
Theme Foundation

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari