By name By transliteration By category By theme pdf Login
Español Français English Português Català Català


Νότος (Notos)
NOTO
Figlio di Eos e di Cetreo (o Astreo); è il dio del vento di sud-ovest, già noto a Omero, Il. 145 e passim, con Euro, Borea e Zefiro. Non è protagonista di particolari racconti; un'efficace descrizione della sua forza si trova in Ovid. Metam. 1, 264-269.
Secondo Wagner (Roscher, Myth. Lex. III col. 469) e Carnoy (DEMGR, s. v.) deriverebbe da una radice indoeuropea *sna-, "scorrere".
Chantraine (DELG) ritiene che si tratti di un nome d'azione a vocalismo o, confrontabile con la radice, che ha però diverso vocalismo, *nato-, la quale ha dato origine al latino nato, natare, "nuotare".
Frisk (Gr. Et. Wört.) richiama i verbi νέω e νήχω, "nuotare", ma Chantraine ritiene con ragione che siano troppo diversi da νότος per forma e per significato.

Pellizer - Zufferli

Homerica
Images

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero"
Copyright : Pellizer-Zufferli-Marzari